Castellammare, Legacoop contraria alla creazione di un allevamento ittico

“Verificare la sostenibilità ambientale ed economica prima di qualsiasi concessione demaniale”. Filippo Parrino, presidente di Legacoop Sicilia interviene sul caso sollevato all’Ars dalla deputata Valentina Palmeri secondo cui nel Golfo di Castellamare potrebbe essere autorizzato un allevamento ittico di grandi dimensioni (294.000 mq). Una notizia che ha messo in fibrillazione operatori turistici e, soprattutto, i pescatori della zona. Sabato scorso Parrino ha incontrato le cooperative dei pescatori che gli hanno illustrato le loro preoccupazioni a iniziare dai rischi che un arricchimento intensivo delle acque potrebbe portare alla salute ambientale del golfo. “Legacoop Sicilia – dice Parrino – intende sostenere in tutte le sedi le cooperative aderenti, come prima azione concreta abbiamo chiesto a nostri biologi di compiere delle indagini e nei prossimi giorni chiederemo all’Università di Palermo di affiancare i nostri consulenti interni perché su questo caso si avvii un confronto scientifico. Chiediamo alla regione inoltre di verificare la sostenibilità economica di un insediamento produttivo, in un’area a forte vocazione turistica”.  

© Riproduzione Riservata
banner telegram

Potrebbero interessarti anche...