Home / Archivio per Categoria “Acquacoltura”

Archivi

Danni maltempo, azienda di itticoltura chiude i battenti

Era l’unica azienda siciliana di itticoltura che in Italia forniva alla Plasmon i filetti di spigola e orata per gli omogeneizzati di pesce destinati ai neonati. Oggi “Acqua Azzurra”, che ha sede a Pachino, nel siracusano, e fa capo all’imprenditore catanese, Alfio Puglisi Cosentino, secondo alcune fonti sindacali, ha avviato le procedure di licenziamento per i suoi 98 dipendenti. E’ la conseguenza della recente ondata di maltempo che ha distrutto quasi tutte le 36 gabbie che contenevano spigole e orate, migliaia di tonnellate di pesce, provocando danni per oltre 17 milioni di euro secondo le stime della stessa azienda. L’azienda di itticoltura che operava tra Marzamemi e Portopalo, era l’unico impianto in Italia che, dalla nascita e fino al completo sviluppo del pesce da destinare…

Aquafarm, il sindaco di Marsala presenta un progetto per trasformare le saline

Un progetto per trasformare le saline in impianti per l’allevamento di alcune specie di pesci. A presentarlo a Pordenone, nel corso del convegno “Aquafarm” patrocinato da Ue, Cnr, ministeri del Turismo e dell’Ambiente, è stato il sindaco di Marsala, Alberto Di Girolamo (Pd). Il progetto, battezzato “Acquacoltura nelle Saline”, è finalizzato al recupero, alla conservazione e alla valorizzazione della Riserva naturale dello Stagnone, già individuata dalla Regione Siciliana quale “presidio ambientale”. Partner del Comune di Marsala sono il Libero Consorzio comunale, ex Provincia di Trapani, ente gestore della Riserva naturale, e l’Istituto di biologia marina del Consorzio Universitario di Trapani. A Pordenone, Di Girolamo ha prima illustrato il particolare contesto ambientale in cui sarà attuato il progetto, mettendo in risalto “l’unicità dell’ecosistema della Riserva naturale…

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.