Home / Archivio per Categoria “Acquacoltura”

Archivi

Fao, miglioramento genetico in acquacoltura contro la fame del mondo

L’applicazione più ampia, mirata e a lungo termine del miglioramento genetico in acquacoltura, con particolare attenzione all’allevamento selettivo, contribuirà a incrementare la produzione alimentare per far fronte al previsto aumento della domanda di pesce e prodotti ittici utilizzando quantità relativamente limitate di mangimi, terra, acqua e altri input. E’ quanto emerge dal nuovo rapporto presentato oggi dalla Fao, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura. Il rapporto globale, primo nel suo genere, si basa sui dati forniti da 92 Paesi, che insieme rappresentano il 96% della produzione da acquacoltura e oltre l’80% della produzione di pesca di cattura del mondo. Il rapporto Fao segnala che stiamo ancora allevando per lo più pesci selvatici e il 45% di queste specie si differenzia di poco dagli omologhi…

Fondi Europei: in Sicilia si studia il Piano per l’allevamento delle anguille

Il “Piano regionale dell’allevamento delle Anguille” è l tema del seminario che si svolgerà, domani lunedì 12 agosto, a Sinagra (Palazzo Salleo) in provincia di Messina. Dopo i saluti del sindaco di Sinagra Antonino Musca Interverranno, fra gli altri, l’assessore all’agricoltura Edy Bandiera e il direttore generale Rosolino Greco. I lavori moderati da Leonardo Catagnano del Dipartimento Pesca Mediterranea – Servizio 4 sviluppo locale, saranno introdotti da Alfonso Milano dirigente Servizio 2 Pesca e Acquacoltura e Pier Antonio Salvador presidente Associazione piscicoltori italiani (API). Relazioneranno: Antonio Duchi biologo ittiologo, (Presenza dell’anguilla in Sicilia e distribuzione della specie); Fabio Borghesan biologo professionista espero in acquacoltura, (Aspetti tecnici dell’allevamento in relazione al piano gestione anguilla); Oliviero Mordenti ricercatore Università degli studi di Bologna (Prime e significative esperienze sulla riproduzione in…

Danni maltempo, azienda di itticoltura chiude i battenti

Era l’unica azienda siciliana di itticoltura che in Italia forniva alla Plasmon i filetti di spigola e orata per gli omogeneizzati di pesce destinati ai neonati. Oggi “Acqua Azzurra”, che ha sede a Pachino, nel siracusano, e fa capo all’imprenditore catanese, Alfio Puglisi Cosentino, secondo alcune fonti sindacali, ha avviato le procedure di licenziamento per i suoi 98 dipendenti. E’ la conseguenza della recente ondata di maltempo che ha distrutto quasi tutte le 36 gabbie che contenevano spigole e orate, migliaia di tonnellate di pesce, provocando danni per oltre 17 milioni di euro secondo le stime della stessa azienda. L’azienda di itticoltura che operava tra Marzamemi e Portopalo, era l’unico impianto in Italia che, dalla nascita e fino al completo sviluppo del pesce da destinare…

Aquafarm, il sindaco di Marsala presenta un progetto per trasformare le saline

Un progetto per trasformare le saline in impianti per l’allevamento di alcune specie di pesci. A presentarlo a Pordenone, nel corso del convegno “Aquafarm” patrocinato da Ue, Cnr, ministeri del Turismo e dell’Ambiente, è stato il sindaco di Marsala, Alberto Di Girolamo (Pd). Il progetto, battezzato “Acquacoltura nelle Saline”, è finalizzato al recupero, alla conservazione e alla valorizzazione della Riserva naturale dello Stagnone, già individuata dalla Regione Siciliana quale “presidio ambientale”. Partner del Comune di Marsala sono il Libero Consorzio comunale, ex Provincia di Trapani, ente gestore della Riserva naturale, e l’Istituto di biologia marina del Consorzio Universitario di Trapani. A Pordenone, Di Girolamo ha prima illustrato il particolare contesto ambientale in cui sarà attuato il progetto, mettendo in risalto “l’unicità dell’ecosistema della Riserva naturale…

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.