Home / Archivio per Categoria “Ambiente”

Archivi

A Catania la “Giornata del mare” all’insegna dell’ambiente

Tutti regolarmente presenti alla Giornata Nazionale del Mare, svoltasi ieri tra il Porto e il Golfo di Catania. C’era la classe I E dell’istituto “L. Castiglione” di Bronte, vincitrice, con l’opera “In un tunnel di plastica”, del concorso “Il Mare che vogliamo: pulito, biodiverso e protetto” promosso dai volontari di Marecamp e finanziato da Coop Alleanza 3.0, attraverso la campagna “Io sì”. Con i ragazzi brontesi, anche l’Istituto Nautico “Duca Degli Abruzzi” di Catania e il “Convitto M. Cutelli” di Catania, che ha visitato la Motovedetta Classe 300 e la Sala Operativa della Capitaneria di Porto, che ha patrocinato l’evento insieme al Dipartimento della Pesca Mediterranea della Regione Siciliana, dal Comune di Catania e dalla DG MARE della Commissione Europea. Gli studenti, insieme ai dieci…

“Legge Salva-mare”: i pescatori protagonisti nella raccolta di plastica

plastica mare

Con la legge “Salva-mare”, approvata recentemente, i pescatori che diventeranno “spazzini” del mare. Inoltre,  potranno avere un certificato ambientale e la loro filiera di pescato sarà adeguatamente riconoscibile e riconosciuta. I rifiuti potranno essere portati nei porti dove saranno allestiti dei punti di raccolta e verranno introdotti dei meccanismi premiali per i pescatori. “È una grande vittoria per il nostro mare – ha sottolineato il ministro dell’Ambiente Sergio Costa –  finalmente iniziamo a ripulire il mare dalla plastica e lo facciamo con degli alleati eccezionali – i pescatori – che conoscono il problema meglio di tutti perché ogni giorno tirano su le reti raccogliendo spesso altrettanta plastica rispetto al pescato”. Secondo alcuni studi, nel Mar Mediterraneo ci sono almeno 250 miliardi i frammenti di plastica…

Eraclea Minoa, la spiaggia sta sparendo per l’erosione del mare

“Il presidente Musumeci aveva fissato tra le sue priorità la tutela dell’ambiente, ma ad oggi è rimasto immobile di fronte al disastro della spiaggia di Eraclea Minoa, che sta scomparendo metro dopo metro sotto l’effetto dell’erosione del mare. A partire dagli anni ‘80 la spiaggia è arretrata di 150 metri e il boschetto di 50 metri. Se va avanti così, un luogo meraviglioso, di grande interesse naturalistico e turistico, tra poco sarà solo un ricordo”. Sono le parole del deputato regionale del Movimento 5 Stelle, Giampiero Trizzino, che su questo argomento, un mese e mezzo fa, ha presentato un’interrogazione urgente all’Ars, senza ricevere risposta. Tutto è partito dalle segnalazioni delle associazioni ambientaliste Marevivo Agrigento con Fabio Galluzzo e  Mareamico con Claudio Lombardo, che hanno evidenziato le condizioni di assoluto degrado della spiaggia…

Portopalo di Capo Passero, al via i lavori di consolidamento del litorale

Si chiude, dopo vent’anni dai primi episodi di erosione, il consolidamento complessivo del litorale di Portopalo di Capo Passero, nel Siracusano. Il tratto interessato è quello che va da piazza dei Due Mari fino al castello Tafuri. Partiranno, infatti, entro i prossimi 45 giorni, i lavori (aggiudicati, per un importo di 354 mila euro, alla Cipar di Capo d’Orlando che ha appena firmato il contratto) per mettere in sicurezza il costone roccioso sul lungomare della cittadina, perla del turismo aretuseo. “La salvaguardia del territorio e dell’ambiente – evidenzia il presidente della Regione Nello Musumeci, in qualità di commissario di governo contro il dissesto idrogeologico nell’Isola – è tra gli impegni prioritari che onoriamo con impiego ingente di risorse, uomini e mezzi. Prosegue incessante l’attività della…

Lipari, Marevivo Sicilia e Magazzino di Mutuo Soccorso raccolgono rifiuti

Una domenica soleggiata ha fatto da cornice ad una giornata ambientalista che ha visto gli operatori di Marevivo Sicilia aiutare i ragazzi del Magazzino di Mutuo Soccorso – Eolie (https://www.facebook.com/mms.eolie/) ed i volontari intervenuti nella raccolta dei rifiuti a Porticello (Lipari). Nel corso dell’intervento sono stati raccolti tantissimi pezzi di polistirolo che ormai si confondono con la pomice. Intanto, proviene dal Regno Unito una nuova ricerca firmata dai ricercatori dell’università di Bristol che mira a combattere l’inquinamento dei mari con il polistirolo. Il nuovo materiale derivato dal congelamento e dall’espansione del polistirene sarebbe in grado di ripulire l’acqua marina delle tinture dei tessuti, che contengono tossine cancerogene per l’uomo.    

Isola delle Femmine, avviata bonifica arenile ex Lido Battaglia

L’amministrazione comunale di Isola delle Femmine ha iniziato i lavori per la bonifica della parte di arenile dove prima insisteva il Lido Battaglia. Dopo un iter travagliato, si è sbloccata finalmente la pulizia della spiaggia dove i resti del Lido Battaglia, posto sotto sequestro l’anno scorso, a causa delle mareggiate e degli eventi atmosferici, si sono disseminati per tutta la spiaggia. «L’anno scorso – sottolinea il sindaco di Isola, Stefano Bologna – il Lido era stato sottoposto a sequestro da parte della Procura di Palermo perché privo di autorizzazioni idonee ad intraprendere l’attività e i titolari raggiunti da interdittive antimafia. Da allora, un’attesa lunga e piena di rabbia per quello che la criminalità, in ogni sua declinazione, riesce ancora ad infliggere ai nostri territori, deturpati…

Porto Empedocle-Agrigento: è allarme erosione costiera

«La frana tra Porto Empedocle e Agrigento è l’esempio evidente di come chi dovrebbe vigilare sulle strade statali non lo sa fare. Il Governo nazionale se ne faccia una ragione!». Il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci non risparmia critiche a Roma per il rischio di stabilità di un’arteria viaria importantissima come la ‘640’, a seguito di un gravissimo fenomeno di erosione costiera lungo quindici chilometri. Nonostante la competenza sia di altri enti, la Regione è pronta a intervenire per trovare una soluzione. Proprio per lunedì prossimo (18 marzo), il governatore, nella qualità di commissario di governo contro il dissesto idrogeologico, ha convocato d’urgenza un Tavolo tecnico per individuare le contromisure da adottare. Oltre alla Struttura commissariale ne faranno parte il dipartimento regionale dell’Ambiente, l’Anas,…

Seafuture, premiati i progetti per proteggere il mare

C’è “Fido”, il veicolo marino che durante il tragitto analizza l’aria in prossimità della superficie dell’acqua, poi c’è l’idrofono per far conoscere il paesaggio sonoro sottomarino e il progetto Mare nostrum per la raccolta, classificazione e analisi dei rifiuti buttati in mare. Sono tre progetti presentati dagli allievi di tre istituti scolastici (Cappellini N. Sauro della Spezia, Galileo Galilei di Livorno e Parentucelli Arzelà di Sarzana), ai quali alla Spezia è stato assegnato il premio Seafuture Awards 2018 che per la prima volta ha incluso anche le scuole superiori. E sono state premiate anche le tesi di tre laureati, sempre legate alle tecnologie per il mare. Tutti progetti che potrebbero diventare realtà concrete. In alcuni casi ci sono già i prototipi, in altri gli organizzatori…

Marevivo, Catania ultima tappa del progetto “Nauticinblu”

Catania è la quarta ed ultima tappa delle giornate d’informazione e sensibilizzazione promosse dall’associazione Marevivo con il progetto Nauticinblu. Nel corso della giornata  odierna si terrà un seminario di presentazione del progetto e delle sue attività presso l’ITN “Duca degli Abruzzi” di Catania, che ospita oltre mille studenti, ha una sezione professionale e anche l’Accademia per coloro che voglio proseguire un ulteriore e più specialistico percorso formativo dopo il diploma. L’occasione giungerà utile per avviare anche un’analisi approfondita delle grandi emergenze del mare siciliano, e non solo, grazie al contributo offerto da numerosi relatori e specialisti del mare che interverranno domani all’incontro e che prelude a tutta una serie di attività volte a coniugare azioni ecologiche a cura degli studenti e dei volontari di Marevivo…

In arrivo le sentinelle per salvare il mare: Wwf lancia “Sub”

Proteggere il mare grazie all’aiuto di nuove “sentinelle” pronte a mettere in atto buone pratiche e a preservare l’ambiente acquatico segnalando rifiuti o reti “fantasma” perse dai pescatori nei fondali. È lo scopo di “Wwf Sub”, iniziativa che Wwf Italia ha lanciato dai padiglioni dell’Eudi Show di Bologna alla vigilia del Word Wildlife Day, la Giornata mondiale delle specie selvatiche che quest’anno l’Onu dedica al mondo sottomarino. “Sub” in questo caso per il Wwf sta per “Save underwater biodiversity”: coinvolgerà la comunità di subacquei, iscritti a qualsiasi didattica, dai professionisti agli appassionati, apneisti e amanti dello snorkeling, pronti a scendere in acqua per difendere il mondo marino. L’obiettivo del 2019 è realizzare almeno dieci eventi di “citizen science” e di pulizia dei fondali da plastiche…

1 2 3 6

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.