Home / Archivio per Categoria “Pesca” (Page 2)

Archivi

Il presidente della Regione Musumeci in visita ufficiale a Malta: tra i temi che affronterà quello delle acque territoriali per la pesca

Prima visita ufficiale all’estero per il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci. Da domani (lunedì 3 dicembre), per tre giorni, il governatore sarà in visita ufficiale a Malta, dove incontrerà anche il Capo dello Stato Marie Louise Coleiro Preca. Tra i temi che Musumeci affronterà con il governo maltese c’è quello delle acque territoriali per la pesca, causa da sempre di conflitti con alcuni Paesi nordafricani e vero e proprio tormento delle flotte pescherecce siciliane. Ad affiancarlo nei colloqui, per quanto riguarda questa problematica, il dirigente generale per la Pesca Dario Cartabellotta. Previsti anche colloqui con i ministri dell’Energia e delle risorse idriche Joe Mizzi, degli Affari interni e della sicurezza nazionale Michael Farrugia, delle Finanze Edward Scicluna e con il segretario parlamentare per i…

L’Italia al primo posto in Europa per consumi di pesce con 28 chili l’anno a testa

L’Italia detiene il primato tra i Paesi dell’Unione Europea per consumi di pesce con 28 chili l’anno a testa. Un contributo determinante viene anche dal tonno in scatola che nel 2017 ha registrato un valore di 1,3 miliardi di euro, con una produzione nazionale di 75.800 tonnellate e un consumo di 155.000 tonnellate (+3% rispetto al 2016) pari a circa 2,5 kg pro capite. E’ quanto è emerso in occasione della Giornata mondiale della pesca, dalla 28° edizione dell’assemblea delle Associazioni europee dei trasformatori ed importatori di pesce, che ha ospitato un convegno organizzato in collaborazione con l’Associazione nazionale conservieri ittici e delle tonnare (Ancit) e l’Associazione italiana industrie alimentari. Buone le performance anche del surgelati che rappresenta il 17% dei consumi ittici, con 113.400…

“Fresh Fish Alert”: Avvisi in tempo reale sul pescato del giorno 

Sta muovendo i primi passi un progetto dell’Università di Catania denominato “Fresh Fish Alert”, finanziato dalla Regione Siciliana con fondi FEAMP 2014-2020, bando di attuazione misura 1.26 “Innovazione nel settore della pesca”, che vede come capofila il “Team pesca” del Di3A, gruppo di ricerca multidisciplinare esperto in politiche della pesca, strategie di valorizzazione, comportamento del consumatore e biologia marina coordinato dalla prof.ssa Giuseppina Carrà. Il progetto coinvolge le marinerie siciliane che operano nel Golfo di Catania e che praticano esclusivamente la piccola pesca artigianale. Il suo obiettivo è lo sviluppo di un modello organizzativo e logistico avanzato per la commercializzazione dei prodotti della pesca costiera artigianale con l’utilizzo di adeguate tecnologie di comunicazione e informazione. Lo scopo è quello di valorizzare il pescato locale proveniente…

Il Distretto della Pesca siciliano studiato nelle Isole Baleari 

Il modello del Distretto della Pesca e Crescita al centro di uno studio sui cluster del Mediterraneo promosso dal Ministero dell’Innovazione, della Ricerca e del Turismo del Governo delle Isole Baleari. Il Direttore Generale dell’Innovazione e della Ricerca, Governo delle Isole Baleari, Josep Lluis Pons Hinojosa, ha invitato il Presidente del Distretto Pesca siciliano, Nino Carlino, a partecipare ad un progetto il cui obiettivo principale è quello di conoscere le opportunità, le pratiche di successo e le sfide per lo sviluppo dei cluster nelle Isole. Pertanto qualche giorno fa il referente del progetto, David Gago-Saldaña, della Società di Consulenza SILO, incaricata dallo stesso Ministero delle Isole Baleari, ha fatto visita alla sede del Distretto al fine di studiare da vicino e direttamente la realtà del cluster…

Pesca sostenibile, Italia al secondo posto nel Mediterraneo dopo il Marocco

fermo biologico

“Sono oltre 70 le organizzazioni di pesca nel Mediterraneo con prodotti certificati Friend of the Sea, ed il trend è in continua crescita -, sottolinea Paolo Bray, fondatore e direttore di Friend of the Sea – ong internazionale per la tutela degli ecosistemi marini, intervenendo a un convegno a Ecomondo-Key Energy, la fiera della green economy a Rimini.-. Fra i paesi più virtuosi, se al primo posto c’è il Marocco (39%), il secondo gradino del podio spetta all’Italia (28%), seguita da Spagna (19%), Portogallo (10%) e Francia (4%). Nell’insieme questi Paesi pescano e commercializzano quasi 300 specie di pesce selvatico catturato nell’area del Mediterraneo”. Nel Mediterraneo si diffondono sempre più le certificazioni di sostenibilità e responsabilità nel comparto ittico, e l’Italia è al secondo posto,…

Il Wwf lancia il grido d’allarme: a rischio tonno e squali

tonno

“Il risultato dei lavori in Croazia dell’Iccat, la Commissione internazionale per la conservazione dei tunnidi dell’Atlantico, è un fallimento – afferma Alessandro Buzzi Wwf Mediterranean Marine Initiative – perché lascerà gli operatori senza scrupoli liberi di continuare a contrabbandare grandi quantità di tonno non dichiarato, a scapito della sicurezza dei consumatori. La decisione di ignorare le raccomandazioni scientifiche e di rinviare di un altro anno qualsiasi azione volta a contrastare il sovrasfruttamento del tonno pinna gialla già minacciato, potrebbe seriamente compromettere il recupero di questa specie. È molto deludente – conclude Buzzi – vedere che non esiste una seria volontà politica per garantire la piena legalità e sostenibilità di queste attività di pesca”. Il Wwf non appoggia l’accordo finale che include la flessibilità senza rafforzare…

Depositata la legge “salva-mare” che prevede il coinvolgimento diretto dei pescatori

“Ho già depositato al Consiglio dei Ministri la legge salva mare dove mette al centro la figura dei pescatori come alleati della salvaguardia del mare e non in contrapposizione. Per salvaguardare e tutelare l’ambiente dobbiamo fare rete. Se ci mettiamo in una posizione di contrapposizione sbagliamo. Loro, i pescatori e non solo loro, ma anche le associazioni che si vogliono mettere a disposizione, grazie alla legge potranno fare rete”. Lo ha affermato a Napoli, il Ministro dell’Ambiente, Gen. Sergio Costa, intervenendo alla conferenza “Politiche, Ecosistemi e Biodiversità: strategie per la tutela degli ecosistemi acquatici e terrestri dall’inquinamento delle plastiche”, svoltasi alla Federico II e nell’ambito della quale sono stati illustrati anche i risultati di “Ischia Clean Blitz” operazione di tutela dei fondai marini di Ischia condotta dall’Area…

Oggi si celebra la “Giornata mondiale della pesca”

Oggi si celebra la “Giornata mondiale della pesca”, istituita a Nuova Delhi, in India, il 21 novembre 1997, quando per la prima volta rappresentanti di pescatori e di lavoratori del settore ittico di 32 Paesi si riunirono per dare vita ad una loro organizzazione internazionale e si impegnarono a sostenere politiche e pratiche di pesca sostenibili a livello mondiale. La “Giornata mondiale della pesca” vuole richiamare l’attenzione sulla salvaguardia dell’ecosistema marino, sulla pesca eccessiva, sulle altre gravi minacce alla sostenibilità delle risorse ittiche, ovvero sulla la necessità di una pesca sostenibile nel Mediterraneo e a livello globale, riconoscendo l’importanza del “Codice di condotta” per la pesca responsabile adottato venti anni fa dalla Conferenza dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura. Il Mediterraneo è un…

Pesca, Mediterraneo “off-limits” per le marinerie siciliane

Un copione che si ripete ormai da molti anni: prima gli spari per intimidire gli equipaggi e dopo i sequestri dei pescherecci. La marineria di Mazara del Vallo negli ultimi mesi sta subendo un’azione repressiva, senza precedenti, da parte delle vedette che battono bandiera libica e tunisina. Lo scenario è quello del mare Mediterraneo, il “mare nostrum” che di “nostro” inizia ad avere ben poco visto i continui limiti imposti alle nostre marinerie dai due Paesi del Nord Africa. Un contesto da sempre critico ma che negli ultimi tempi è in continuo peggioramento: dal sequestro dell’Anna Madre (il 16 settembre scorso) da parte tunisina al tentativo di sequestro, ad opera di una vedetta militare libica, dei pescherecci Twenty three e il Twenty four (già sequestrati,…

Trasformazione dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura: assegnati 8 milioni di euro a micro, piccole e medie imprese

Lavorazione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura, on line la graduatoria definitiva che destina oltre 8 milioni di euro a micro, piccole e medie imprese per favorire l’innovazione sia delle strutture che dei processi produttivi aziendali (Misura 5.69 del PO FEAMP 2014-2020). Si tratta di 33 progetti per complessivi 16 milioni di euro di cui 8 milioni di euro di contributo pubblico per la qualità sicurezza, di investimenti volti al risparmio energetico a ridurre l’impatto sull’ambiente, a migliorare l’igiene, la salute, le condizioni di lavoro e tracciabilità del Sicilia Seafood. Gli interventi mirano inoltre a sostenere la trasformazione delle catture di pesce commerciale che non possono essere destinate al consumo umano, favoriscono l’accesso alle certificazioni e incentivano processi e sistemi di gestione nuovi o migliorati. …

1 2 3 4 11