Beniamino Maltese (Confitarma) “Adottiamo anche per il turismo un sistema di mobilità integrata e sostenibile”

Durante il Convegno Progetto Mare, organizzato da Confindustria, il 13 maggio 2022, Beniamino Maltese, Vice presidente Confitarma, è intervenuto alla Tavola Rotonda “Turismo crocieristico, nautico e costiero”, alla presenza di Massimo Garavaglia, Ministro del Turismo. Beniamino Maltese ha evidenziato come, dopo due anni di pandemia, le crociere abbiano ripreso ad operare, con una flotta di bandiera italiana che attualmente è in grado di offrire circa 30 milioni di presenze all’anno, rispetto al totale di 435 milioni di presenze di turisti in Italia.

 

 “Il contributo delle crociere al recupero del PIL resta dunque fondamentale per la ripresa del comparto turistico, ma forte è la necessità di adottare anche un modello di mobilità integrata e sostenibile a terra che connetta i porti e le navi con i territori, integrando gli sforzi fatti dagli armatori di dotare le navi di tecnologie avanzate come LNG, batterie e connessione shore power per una sostenibilità complessiva del modello di turismo – ha affermato Maltese “Costa ha lanciato proprio su questi aspetti il Manifesto per un turismo di valore, sostenibile e inclusivo che mira a ottenere, come si fa per il mare, a lasciare sempre il territorio visitato migliore di come è stato trovato”.

Il “Manifesto del Turismo Sostenibile” punta a stabilire una collaborazione con il territorio proprio per migliorare la gestione dei flussi turistici creando opportunità economiche e migliorando l’esperienza dei passeggeri in un’ottica di mobilità pubblica sostenibile ed efficace. La richiesta espressa al Ministro Garavaglia, nel corso dell’evento, è quindi quella di farsi interprete presso il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili per portare le istanze dei più importanti operatori in termini di miglioramento della mobilità dei crocieristi a beneficio della qualità, sia dell’esperienza turistica che dell’accoglimento nei territori. Le crociere nel Mediterraneo occidentale stanno registrando una forte ripresa ma resta un’ombra lasciata da quattro importanti fattori esterni: pandemia, guerra, crescita dell’inflazione, e crescita del costo dei carburanti. “Tutto ciò dovrà essere tenuto nella giusta considerazione anche nel confronto con il Governo – ha concluso Beniamino Maltese – al fine di rendere strutturale il buon risultato della stagione 2022, recuperando quindi quel deficit di PIL turistico che perso negli ultimi due anni”.

© Riproduzione Riservata

Potrebbero interessarti anche...