Caronte_Skin_30.6

Blue Sea Land, 30 delegazioni straniere all’ottava edizione I Video

Guarda il video in alto

Incontri scientifici, eventi culturali e spettacoli, laboratori del gusto, innovazione tecnologica scambi commerciali, con 30 delegazioni straniere partecipanti: é il ricco programma della manifestazione Blue Sea Land, giunta all’ottava edizione, in programma dal 17 al 20 ottobre a Mazara del Vallo (Tp), presentata stamani in conferenza stampa a Palazzo d’Orleans dal presidente del Distretto della Pesca e Crescita Blu-Cosvap Nino Carlino, alla presenza degli assessori regionali Edy Bandiera (Agricoltura, Sviluppo rurale e Pesca Mediterranea) e Mimmo Turano (Attività produttive), Rosolino Greco, direttore Dipartimento Pesca Mediterranea, Salvatore Giglione, Dirigente Generale del Dipartimento degli Affari Extraregionali, ed del vice sindaco di Mazara del Vallo, Vito Billardello.

A patrocinare l’expo multiculturale – che mette insieme le filiere agro-ittiche-alimentari di Italia e Sicilia, dei paesi del Mediterraneo, dell’Africa e del Medioriente – i ministeri degli Affari esteri, Sviluppo economico e delle Politiche agricole. Protagonista indiscusso di Blue Sea Land, che come ogni anno sarà realizzato nella suggestiva casbah di Mazara del Vallo, è il modello della Blue Economy, che attraverso i principi dell’ “Economia Circolare” è diventato un esempio concreto di sviluppo economico, sociale, ambientale e culturale. All’interno della sezione Blue Workshop è prevista, inoltre, una serie di conferenze di tipo tecnico-scientifico, divulgativo, politico e culturale. Ed, in tal senso, non poteva mancare una sorta di “Foro per l’Africa ed il Medio-Oriente allargato”, con l’incontro fra i Ministri e i rappresentanti delle istituzioni scientifiche della pesca provenienti dai Paesi del Mediterraneo e del Medio-Oriente.

“Grazie all’attività di cooperazione economico-istituzionale svolta negli anni dal Distretto della Pesca con il supporto della Regione e dell’Osservatorio della Pesca del Mediterraneo – ha detto Carlino – si é potuta rafforzare l’iniziativa di promozione e sviluppo del modello distrettuale fra gli operatori economici per la creazione di un benessere diffuso tra le popolazioni. Alla luce dei mutati scenari economico-politici che hanno caratterizzato i paesi rivieraschi la Sicilia si trova a svolgere un ruolo di primo piano nello spazio di cooperazione internazionale nel bacino del Mediterraneo”. Inoltre, “sarà presentato a Blue Sea Land – ha aggiunto Carlino – il padiglione dell’Italia all’Expo di Dubai 2020”. A presentare il padiglione sarà il commissario italiano per Dubai 2020, Paolo Glisenti.

Nel suo intervento, l’Assessore Regionale alle Attività Produttive, Girolamo Turano, ha dichiarato che “non è un caso che Mazara sia stata scelta come luogo per la presentazione del padiglione Italia ad Expo Dubai 2020. Con Blue Sea Land si apre un contesto culturale di solidarietà, pace e condivisione che non ha eguali”. 

La Sicilia torna a svolgere un ruolo fondamentale nel Mediterraneo – ha sottolineato l’Assessore Edy Bandiera – per costruire un sistema di relazioni e rapporti tra i popoli. Vi è la necessità che l’Europa sposti il baricentro delle sue attenzioni verso il Mediterraneo”.

Nell’ambito del Blue Sea Land particolarmente atteso il workshop: “Siciliammare – Le imprese del mare per la pesca sostenibile nel Mediterraneo” a cura del Dipartimento della Pesca Mediterranea della Regione siciliana e dell’Associazione Centomedia&Lode che si svolgerà a Mazara del Vallo, venerdì 18 alle ore 16,30 nello stand del Dipartimento della Pesca allestito in piazza Mokarta. Ai lavori moderati dal giornalista Salvo Messina interverranno: gli assessori regionali Edy Bandiera Mimmo Turano, Rosolino Greco direttore Dipartimento Pesca Mediterranea, Nino Carlino, Valeria Patrizia Li Vigni, Soprintendente del mare Regione siciliana, Antonio Salerno, delegato Internazionalizzazione Sicindustria, Filippo Amodeo, amministratore Nino Castiglione srl, Giuseppe Gullo responsabile Dipartimento Pesca Legacoop Sicilia e Maurizio Scaglione, direttore di Siciliammare.it

Anche il “GAC-FLAG Isole di Sicilia” parteciperà all’VIII edizione di Blue Sea Land, dove il mare, in tutte le sue sfumature, sarà il protagonista assoluto della kermesse, che quest’anno è dedicata, in particolare, alle connessioni, ai cambiamenti climatici ed al problema delle plastiche in mare.

Nello specifico sabato 19 ottobre (dalle ore 12.00 alle 13.00), presso lo stand del “Dipartimento Pesca Mediterranea Regione Siciliana”, si terrà una conferenza stampa dove verrà presentata la “Strategia di Sviluppo Locale” del “Flag Isole di Sicilia”, che include le isole degli arcipelaghi delle Egadi, delle Eolie, Ustica e Pantelleria. Nel corso della conferenza, in cui interverranno Giovanni Basciano (V.Presidente AGCI), Salvatore Livreri Console (Direttore “AMP Isole Egadi”), Pietro La Porta e Giuseppe Pagoto (rispettivamente Direttore e Presidente del “Flag Isole di Sicilia”) e Rosolino Greco (Dirigente Generale «Dipartimento Pesca Mediterranea») si parlerà, in particolare, dell’azione 1.B.3 “marine litter”, ma anche di altre azioni in corso di realizzazione previste dalla strategia di sviluppo.

 

 

© Riproduzione Riservata

Potrebbero interessarti anche...