Home / Pesca / “Fresh Fish Alert”: Avvisi in tempo reale sul pescato del giorno 

“Fresh Fish Alert”: Avvisi in tempo reale sul pescato del giorno 

Sta muovendo i primi passi un progetto dell’Università di Catania denominato “Fresh Fish Alert”, finanziato dalla Regione Siciliana con fondi FEAMP 2014-2020, bando di attuazione misura 1.26 “Innovazione nel settore della pesca”, che vede come capofila il “Team pesca” del Di3A, gruppo di ricerca multidisciplinare esperto in politiche della pesca, strategie di valorizzazione, comportamento del consumatore e biologia marina coordinato dalla prof.ssa Giuseppina Carrà. Il progetto coinvolge le marinerie siciliane che operano nel Golfo di Catania e che praticano esclusivamente la piccola pesca artigianale. Il suo obiettivo è lo sviluppo di un modello organizzativo e logistico avanzato per la commercializzazione dei prodotti della pesca costiera artigianale con l’utilizzo di adeguate tecnologie di comunicazione e informazione.

Lo scopo è quello di valorizzare il pescato locale proveniente dalla piccola pesca costiera e artigianale e favorirne la tracciabilità a sostegno del benessere del piccolo pescatore, oltre che orientare il consumatore verso scelte consapevoli e informate. Il progetto prevede lo sviluppo di una piattaforma web in grado di stabilire un accesso diretto tra pescatore artigianale e consumatore. Il sistema informativo innovativo prevede la realizzazione di una sezione dedicata alla catalogazione delle specie ittiche commercializzate e di un’area interattiva, denominata “Fresh Fish Alert”, nella quale sarà possibile trovare avvisi in tempo reale sul pescato del giorno da poter acquistare. Inoltre, le altre informazioni riguardanti la specie catturata, quantità, luogo e orario di prelievo, peschereccio e attrezzo di pesca utilizzati saranno trasmesse direttamente dal personale a bordo dei pescherecci autorizzati e accessibili ad ogni utente, ancora prima dello sbarco.

Il progetto “Fresh Fish Alert” prevede il coinvolgimento di oltre 100 unità pescherecce praticanti la pesca costiera artigianale nelle acque del Golfo di Catania, appartenenti alle marinerie di Riposto, Pozzillo, Stazzo, Santa Tecla, Santa Maria La Scala, Aci Trezza, Acicastello, Ognina di Catania, Catania e Brucoli. Parte particolarmente attiva saranno i pescatori membri dell’Associazione Pesca 2000, della Società Sinergia Pesca e della Cooperativa del Golfo, partner del progetto assieme all’Associazione Ketos.