Giornata mondiale della terra, Marevivo libera due tartarughe marine

Marevivo, attraverso un comunicato stampa, ha fatto sapere di aver concluso la celebrazione della Giornata Mondiale della Terra, che si festeggia oggi, giorno 22 aprile, con la liberazione di due tartarughe marine, organizzando una diretta con centinaia di scuole.

Una tre giorni intensa – recita il comunicato di Marevivo- e coinvolgente quella proposta dall’associazione ambientalista Marevivo in collaborazione con Jordan Italia in occasione dell’Earth Day 2021 svolta per sensibilizzare le nuove generazioni sull’importanza di conoscere e tutelare le bellezze del nostro Pianeta.

“L’attività è iniziata il 20 aprileprosegue la nota di Marevivo – con un laboratorio di educazione ambientale in video-didattica che ha coinvolto in diretta alcune scuole del territorio del Bacino del Fiume Platani, partner del progetto Halykòs e della barriera posta sul fiume a bloccare i rifiuti trasportati dall’acqua, e inviato anche a centinaia di scuole italiane che hanno aderito all’iniziativa”.

“Un successo inimmaginabile che non ci aspettavamo e che ci fa ben sperare sul ruolo che la scuola sta assumendo anche in tema di educazione ambientale – dichiara Mariella Gattuso, responsabile Nazionale per Marevivo dell’Area Scuola – come riporta la nota – Inizialmente avevamo coinvolto solo gli istituti aderenti alla nostra Rete Scuole Plastic Free per un futuro sostenibile, successivamente sono arrivate tante richieste di partecipazione che ci hanno indotto a coinvolgere tutte le scuole siciliane e molte di altre regioni”.

E ancora viene ricordato che “Nella seconda giornata i volontari di Marevivo con l’aiuto di alcuni giovani disabili seguiti dall’Associazione Arcobaleno di Sciacca, hanno promosso la pulizia della spiaggia dello Stazzone nel Comune di Sciacca (AG). Questa spiaggia fa parte di quelle adottabili, inserite nella campagna di Marevivo “Adotta Una Spiaggia” ed è un luogo al quale i saccensi sono fortemente legati, sebbene costantemente mortificata da tanti rifiuti abbandonati fuori dai cestini e dall’oramai inarrestabile spiaggiamento dei rifiuti provenienti dal mare“.

Siamo fieri di avere dei giovani concittadini così sensibili ed attivi a Sciacca, pronti a intervenire nella difesa del bene comune – dichiarano a fine evento l’assessore comunale Michele Bacchi ed il sindaco di Sciacca Avv. Francesca Valenti –  come si può leggere nella nota di Marevivo – e non mancherà mai il sostegno del Comune ad ogni iniziativa tesa a tutelare e promuovere la nostra città”.

Il comunicato si conclude sottolineando che “Infine nella giornata del 21 aprile sono stai liberati due esemplari della specie Caretta caretta, soccorsi e riabilitati dai veterinari dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale A. Mirri di Sicilia e/o dell’Ospedale Veterinario dell’Università di Messina con l’assistenza diretta del dott. Salvatore Dara e del prof. Santo Carappa; i nomi delle due tartarughe “Speranza e Gaia” sono stati scelti attraverso un sondaggio popolare proposto ai giovani sui social; le immagini sono state trasmesse in diretta web sui canali dell’associazione ambientalista con centinaia d’interazioni provenienti da tutte le scuole che hanno aderito all’iniziativa”. 

© Riproduzione Riservata

Potrebbero interessarti anche...