Pesca dilettantistica o sportiva: cosa è consentito e cosa è vietato secondo il Dpcm Covid

È possibile praticare la pesca dilettantistica o sportiva secondo il nuovo Dpcm?

Sono state pubblicate le specifiche relative ai divieti in base al Dpcm ed alle conseguenti ordinanze del ministero della Salute relative all’inserimento delle varie Regioni nelle fasce di rischio giallo, arancione e rosso.

Il Governo nazionale ha disposto così le modalità:

“In Zona gialla: sì, ovunque, rimanendo sempre all’interno dell’area gialla.

in Zona arancione : sì, ma solo nell’ambito del proprio Comune.

in Zona rossa: no”.

Il ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali

L’attività di pesca sportiva è disciplinata, alla stregua di quanto accade per ogni altro esercizio, dai decreti del Presidente del Consiglio che regolano diritti e doveri nel corso dell’emergenza che il paese sta affrontando. A tal proposito, si invitano gli utenti a non inoltrare alla Pemac richieste di autorizzazioni che esulano al momento dalle competenze della Direzione“. Ha  così risposto Teresa Bellanova alle numerose richieste di chiarimento in merito alle pesca sportiva.

Le competizioni

Il governo nazionale ha chiarito anche questo punto. Secondo il Dpcm è possibile effettuare competizioni sportive riconosciute di interesse nazionale da Coni e Cip. Però la Fipsas, a seguito del decreto, ha sospeso tutte le gare di pesca di superficie fino a data da destinarsi.

© Riproduzione Riservata
banner telegram

Potrebbero interessarti anche...