Porti, incontro Bellanova-Uniport: focus su potenzialità e investimenti

La centralità delle aziende e dei lavoratori del comparto portuale “nella strategia di rilancio economico del Paese, focalizzandosi anche sulle potenzialità occupazionali che gli investimenti attualmente previsti su queste infrastrutture genereranno nei prossimi anni”. E’ quanto hanno sottolineato i rappresentanti di Uniport, (l’Associazione che rappresenta le imprese che operano in ambito portuale) nell’incontro con la Vice Ministra delle infrastrutture e della mobilità sostenibili Teresa Bellanova.

Nell’incontro, spiega l’associazione, “la vice Ministra con delega sull’accessibilità ai porti e al trasporto intermodale ha mostrato grande sensibilità e attenzione verso le tematiche e le imprese del settore rappresentato da Uniport (oltre 4.000 lavoratori, per un fatturato annuo di circa 1 miliardo di euro, il 60% dei contenitori in Italia e i principali terminal Crociere, Terminal Ro/Ro, Terminal Ro/Ro Pax e Terminal Rinfuse)”.

Ad oggi, ricorda l’associazione, sono vi sono oltre 3,5 miliardi stanziati dal “Fondo Complementare” per interventi (diretti o indiretti) su tutti i principali porti nazionali. Una misura che l’Associazione ritiene “storica”, che potrà rilanciare la centralità strategica del comparto portuale nel nostro Paese e che certo richiederà grande attenzione nella fase di implementazione e di “messa a terra” dei singoli investimenti. In attesa, poi dei fondi che saranno messi in campo dal Piano nazionale di ripresa e resilienza.

“Al termine dell’incontro la Vice Ministra Bellanova ha confermato la propria disponibilità ad intervenire all’evento inaugurale del progetto “Il Porto Incontra”; l’iniziativa, promossa da UNIPORT a partire dal prossimo autunno, vedrà per un anno eventi periodici, itineranti, ospitati presso i principali hub portuali nazionali e focalizzati sulle tematiche di maggiore interesse per il comparto e per i territori”.

© Riproduzione Riservata

Potrebbero interessarti anche...