Scienza, Marevivo donerà alle scuole siciliane i “Blue Corner”

Saranno circa un migliaio gli studenti di 21 scuole primarie delle isole di Lipari, Salina, Vulcano, Stromboli, Panarea, Alicudi, Filicudi, Favignana, Marettimo, Elba e nella città di Milazzo, grazie al progetto “Blue Corner dei Delfini Guardiani”, che prenderanno parte a un’edizione speciale del progetto di educazione ambientale di Marevivo che nel corso del tempo ha visto coinvolte tutte le isole minori italiane.

Naturalmente il tutto è stato rivisto per le restrizioni determinate dalla Pandemia e portato avanti grazie al nuovo supporto della MSC Foundation. Sono molte le attività in cui verranno coinvolti gli alunni. Per esempio, come recita il comunicato di Marevivo “imparare a riconoscere un animale studiando le tracce del suo passaggio, scoprire di più sull’ecosistema spiaggia passando al microscopio i granelli di sabbia o rocce, costruire alcuni strumenti per lo studio del tempo con materiale di riciclo. Ma anche fare i conti con le principali minacce che affliggono il Pianeta Oceano e comprendere l’importanza di assumere comportamenti sostenibili”.

Ma non solo: Marevivo, per l‘anno scolastico 2020- 2021, donerà ad ogni istituto scolastico che prende parte al progetto “Delfini Guardiani” il “Blue Corner”, cioè un insieme di attività, “in parte virtuale – come recita il comunicato di Marevivo – e in parte fisico che potrà sopperire all’impossibilità di uscire sostituendo così le esperienze all’aperto con l’osservazione scientifica condotta attraverso gli strumenti più frequentemente usati dai naturalisti”.

E ancora il comunicato sottolinea che “potrà essere utilizzato per completare un laboratorio scientifico già disponibile presso l’istituto scolastico o per allestire uno spazio interno alla scuola. A suggerire ai docenti esperimenti ed approfondimenti da fare in classe con gli strumenti scientifici e i materiali a disposizione, ci sarà uno specifico kit di schede didattiche ed un video-tutorial realizzato dagli operatori dell’associazione“.

Inoltre “Il Blue Corner – prosegue la nota – sarà dotato di elementi d’arredo finalizzati non solo a custodire ed esporre i vari materiali e attrezzature, ma soprattutto a rendere questo angolo uno spazio operativo a tutti gli effetti, ove gli alunni potranno scoprire, sperimentare o immedesimarsi in scienziati e naturalisti“.

 

 

 

© Riproduzione Riservata

Potrebbero interessarti anche...