Caronte_Skin_30.6

Specie aliene nel Mediterraneo: la nuova frontiera culinaria

Il Mediterraneo è ormai invaso da specie esotiche che, a causa dei cambiamenti climatici e dell’innalzamento delle temperature, si sono stanziate nei nostri mari. Oltre la pericolosità per le specie autoctone e gli ecosistemi, possono in realtà rivelarsi delle vere e proprie opportunità.

Ad oggi si contano oltre mille specie aliene, dal pesce scorpione, al pesce coniglio fino al granchio blu. Tutti questi nuovi esemplari sono al centro di un’innovazione, che è in corso, nel campo culinario, creando nuovi mercati. Il merito di questi passi avanti va dato anche alla Commissione generale per la pesca nel Mediterraneo della Fao che ha puntato a formare i pescatori per catturare pesci alieni e i consumatori a mangiarli.

Attenuare l’impatto di questi specie è praticamente impossibile – fa sapere Miguel Bernal del Gfcm-Fao – e la pesca commerciale si dimostra lo strumento più efficace“. Una frontiera emergente anche in Italia. I listini di vendita all’ingrosso sono ancora contenuti, fa sapere Fedagripesca-Confcooperative, tra i 2 e i 10 euro al chilo ma i segnali di crescita ormai ci sono tutti.

 

© Riproduzione Riservata

Potrebbero interessarti anche...